Sign in with Google+ Subscribe on YouTube

Florigel Andria: Cordano, Sette, Bortoletto, Incampo, Porro, Palmisano, Utro (L), Caldarola, Cripezzi G., Cripezzi A., Rubino, Bernardi, Zingaro (L2) – All. Castellaneta, vice all. Galeandro.

Bontempi Casa Netoip Ancona: Rosa, Galdenzi, Ujkaj, Giombini A. (L), Silvestrelli, Albanesi, Angeli, Sabbatini, Clementi, Ferrini, Magini, Bugari; ALL. Giombini – 2° ALL. Bleve

Florigel Andria - Bontempi Casa Netoip Ancona : 3-2 (23-25, 21-25, 25-21, 30-28, 15-11)

Andria – Trasferta che lascia l’amaro in bocca quella della Bontempi Casa – Netoip Ancona che avanti 2 set a 0 e 20-16 nel quarto set si fa rimontare e perde al tie-break. Si torna comunque a casa con un punto che serve per muovere la classifica e ricominciare nel 2020 con il giusto spirito.

Coach Giombini schiera la formazione dell’ultimo match con Foligno con Albanesi al palleggio in diagonale con Magini, Angeli e Ferrini in banda, Rosa e Galdenzi al centro con Giombini libero.

Il primo set vede subito i dorici partire forte (2-6) con Ferrini e Angeli sugli scudi. Il cambio palla funziona e il break conquistato all’inizio viene mantenuto (9-11) e poi 23-20. I locali cercano di ritornare nel match e si riportano fino sul 22-23. I ragazzi di Giombini però non si scompongono e chiudono il set per 25-23 con due attacchi da posto due prima con Angeli per il 24-22 e poi con Magini per il 25-23 finale.

Il secondo set è una battaglia. I locali provano a scappare via sul 9-7 ma i dorici ricuciono lo strappo sul 10-10. Sul 19-17 per i locali Coach Giombini è costretto a sostituire Angeli con Bugari per via di un infortunio alla caviglia dello schiacciatore scuola Loreto. I dorici comunque con grande grinta ricuciono anche questo piccolo svantaggio già sul 20-20 e piazzano un break di 5 a 0 che permette di passare da uno svantaggio di 21-20 alla vittoria del set sul 25-21. Degno di nota il turno al servizio di Galdenzi e la buona presenza a muro di rosa.

Il terzo set invece vede subito i ragazzi di casa partire forte (5-2) e grazie ai tanti errori dei dorici e ad una fase di cambio palla non più incisiva si portano avanti fino al 12-5. Il gioco diventa scontato e neanche un accenno di reazione (dal 12-5 al 13-9) riesce a scuotere i ragazzi di coach Giombini e del suo secondo Bleve.

Sul 24-18 i dorici provano un altro miracolo e riescono a rosicchiare tre punto 24-21 ma il set viene chiuso da un attacco di Sette da posto due.

Il quarto set è una roulette di emozioni con i dorici che sul 10-10 cambiano marcia e piazzano un gran break fino al 21-13. Ma qui come qualche volta accade si spegne la luce e la reazione dei padroni di casa è vemente. Neanche il cambio palla sul 21-17 riaccende la lampadina dorica che si spegne definitivamente sul 23-19 quando un buon turno al servizio dei padroni di casa coadiuvato da un muro efficace riporta avanti i locali fino al 24-23. Il punto a punto finale premia i ragazzi di Andria che chiudono 30-28.

Il tie-break è la ovvia conseguenza con Andria ormai lanciata e i dorici che non riescono a reagire. Chiude un ace di Sette per il 15-11 finale.

Queste le parole di coach Giombini: “Paradossalmente è stata una delle migliori prestazioni per due set e mezzo; i primi due set abbiamo giocato una grande partita e il calo del terzo set ci sta. E’ un peccato che abbiamo gettato al vento invece il quarto set che ci avrebbe permesso di portare a casa i tre punti che ci avrebbe fatto scalare ulteriormente la classifica. Sicuramente c’è grande rammarico perché la partita e l’avversario erano ampiamente alla nostra portata. L’infortunio di Angeli ci dispiace ma non deve essere un alibi per la prestazione in calando in quanto ho una rosa ampia che ci permette di sopperire anche ad eventuali incidenti di percorso.”

 

Ufficio Stampa Accademia Volley Ancona